Che tipo di latte usare con la yogurtiera

La materia prima per fare lo yogurt è il latte, ma che tipo di latte è indicato per lo yogurt fatto in casa? Se si vuole fare uno yogurt ‘fai da te’ con la yogurtiera il primo acquisto da fare non può essere che il latte. Per uno yogurt domestico da leccarsi i baffi il latte può essere di vari tipi: quello classico di mucca, pecora o capra ma anche il latte vegetale di soia. L’importante è che il risultato appaghi il palato, oggi come ieri. Se frughiamo nel passato, vediamo che lo yogurt, prima di diventare un planetario business commerciale, era molto amato dai nostri antenati, fonti storiche lo fanno risalire addirittura a 6000 anni fa. Da allora è cambiato il procedimento ma i sapori sono rimasti pressoché invariati. Il segreto della longevità di questo alimento semplice e nutriente sta nelle virtù alimentari e terapeutiche che partono proprio dal latte e che fanno dello yogurt un’ottima cura naturale.

Indicato per la salute delle ossa (non a caso il suo consumo è consigliato a chi soffre di osteoporosi) e per chi è intollerante al lattosio, lo yogurt, specialmente quello fatto in casa per le sue caratteristiche di genuinità e la totale assenza di conservanti, è un valido baluardo per le difese immunitarie e per via della sua azione antibiotica contribuisce a ripristinare la regolarità intestinale. E tutto questo grazie al calcio e alle altre sostanze contenute nel latte. Se si decide di farlo in casa, oltre al latte dovremo procurarci i fermenti, altro ingrediente basilare, in particolare i due lactobacilli fautori dello yogurt: il bulgaricus e lo streptococcus.

La funzione dei lactobacilli è trasformare il lattosio (lo zucchero presente nel latte) in acido lattico, da qui il sapore acidulo dello yogurt. Per una fermentazione a regola d’arte il segreto sta nella giusta temperatura, ecco perché la yogurtiera è strutturata proprio per mantenere il composto alla temperatura costante di 40 gradi per almeno 6 ore, un processo reso possibile dalla resistenza dell’elettrodomestico regolabile da un termostato. Compito della yogurtiera è proprio quello di produrre uno yogurt alternativo a quello comprato, del tutto genuino e ‘bio’ a 360 gradi. Per una ‘full immersion’ nel mondo delle yougurtiere si rimanda al sito www.yogurtieramigliore.it.