Powerline wi-fi…chi è costui?

Fino a wi-fi ci arriviamo un po’ tutti, anche i più a digiuno di web e digitale, ma quanti conoscono il Powerline? Eppure, a dispetto della sua ancora scarsa notorietà, il Powerline wi-fi è un dispositivo di grande importanza, se non addirittura indispensabile, per chiunque abbia necessità di connettersi in ogni angolo della casa, dove spesso non arriva la rete Fibra o Adsl. Accade, infatti, di frequente, che qualche muro di troppo, specie se in cemento armato, o più in generale ostacoli di varia natura si frappongano alla diffusione della rete connettiva dentro casa, al punto che se ci si sposta in un’altra stanza diversa da quella dove è installato il modem, la connessione va in tilt o funziona a singhiozzo. Che fare? Ecco correre in nostro soccorso il Powerline wi-fi.

Che diavoleria è? Nulla di paranormale, è un semplice apparecchio di piccole dimensioni grazie al quale potremo navigare in tutta sicurezza e senza rischio di trovarsi ‘sconnessi’ in ogni parte della casa, in soffitta piuttosto che in cantina. Come? Grazie a questo strumento, che andiamo a conoscere nel dettaglio. In pratica, il Powerline Wifi è una sorta di protesi che ‘allunga’ la rete Internet portandola in tutte le stanze di casa dove vogliamo, magari, spostarci portandoci dietro il portatile, a letto piuttosto che sul divano, sgombro da fili e orpelli vari. Per avere info più dettagliate si consiglia di cliccare sul seguente link: https://powerlinewifi.it.

Mentre senza il Powerline wi-fi rischiamo di piombare in totale black out di connessione per mancanza di rete dopo esserci spostati dal punto focale dove è posizionato il modem, grazie a questo apparecchio potremo tornare a navigare a gonfie vele in tutta casa, mediante il collegamento che si crea tramite la rete elettrica e tutto questo senza l’ausilio di scomode antenne o ‘extensor’. Semplicissimi da usare, del tipo ‘Plug & Play” questi strumenti, costituiti da due scatolette in pratica identiche, chiedono solo di essere collegati uno al modem tramite la porta Usb e uno alla presa elettrica in corrispondenza di dove si intende spostare il raggio di connessione. E il gioco è fatto! Grazie a questi strumenti si può, quindi, ‘clonare’ la rete wi-fi estendendola in ogni stanza della propria abitazione. Costano poco (fra i 50 e i 100 euro) e fanno molto, peccato che in Italia, a differenza di altri Paesi, siano ancora poco conosciuti, tanto che a pronunciarli in molti strabuzzano gli occhi.